Niente di nuovo

Sostanzialmente niente di nuovo. Nel senso che ho superato la settimana di “prova” all’agenzia e Dorotea ha apprezzato il fatto che io abbia completato la rassegna dei contatti in brevissimo tempo.

Da lunedì prossimo mi hanno promesso grandi cose. Dorotea mi ha perfino invitato ad un party di lancio di una campagna per un prodotto. Villa di nobili, gente del bel mondo. “Ma vestiti casual, cara, non preoccuparti…”. Già immagino il divertimento. Come per quelli che vanno allo zoo. Affronterò la cosa allo stesso modo.

Non ho ancora capito in cosa consisterà il mio prossimo incarico e qual è il progetto di cui dovrei occuparmi io ma questo è un dettaglio. Viene sempre il sospetto che il contratto a progetto sia un escamotage per avere una impiegata a rotazione che fa sempre le stesse cose, con orari regolari, obbligo di presenza, ma senza i dovuti soccorsi in caso di malattia o maternità e soprattutto con il grande vantaggio di poterti cacciare via quando vogliono.

Per fortuna, ed è incredibile che io possa dire una cosa del genere, ieri sera ho rimesso piede nel mio mondo semplice, senza ipocrisie, dove il boss è un boss e le schiave fanno le schiave. Il bar resta sempre lì ad aspettarmi e questo tutto sommato, nell’incertezza più totale, è un bene.

Durante la serata indovinate un po’ chi si è fatto vivo?

Ernesto, con “amica”. Sono convinta sia venuto per tentare la carta della gelosia. E’ entrato, sorrisone, mi ha perfino presentato l’amica, li ho fatti accomodare, li ho serviti.

Lui osservava ogni mio movimento, io semplicemente lavoravo. Quando notava che io mi stavo dirigendo dalla sua parte faceva finta di non vedermi ed era tutto un picci picci generale con la sua amica.

Finiscono di bere e mangiare, si alzano, lui viene a salutare, lei mi fa ciao con la manina da lontano. Lui, soddisfatto, va via, io continuo a lavorare.

Dite che ci resterà molto male quando si renderà conto che questa cosa non mi sconvolge la vita neanche un po’?

Ho il timore che passata la fase di attacco strategico ai miei spazi torni all’arrembaggio per tentare di ottenere ancora un po’ di attenzione.

Speriamo non diventi uno stalker. Non sarei proprio in grado di gestirlo. Non ne ho il tempo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: