Nessun rinnovo

Attesa finita. Mi hanno appena comunicato che non mi rinnovano il contratto. Non per il momento almeno.

L’alibi è la stagione estiva, perché “tu sei stata tanto brava e se solo avessimo disponibilità finanziarie non vorremmo mai rinunciare a te…”, però in estate si lavora meno e ora non c’è nessun progetto che può riguardarmi.

So che non devo essere delusa perché lo sapevo. Il tempo del mio contratto era di due mesi e due mesi è durato. E quello che ho vissuto io, con il carico di illusioni e tutta la buona volontà per fare bella figura e per meritarsi un rinnovo del contratto, accade a tantissime persone come me.

E ogni volta è tutto punto e accapo. Punto a accapo.

La prima cosa che mi è venuta in mente è mia madre che sicuramente mi dirà “torna a casa”. Dovrò lavorare di più al bar, anche se il boss non può darmi più ore di quelle che ho già.

L’occasione per lavorare full time me la sono giocata nella speranza di poter continuare a lavorare in agenzia. La stessa agenzia che mi deve ancora 2000 euro di stipendio con i quali potrei pagare l’affitto se solo li avessi.

Riparte la bella stagione, la ricerca di incarichi temporanei:

animazione in un villaggio? cameriera in luoghi turistici? lavapiatti da qualche parte? cosa faccio adesso?

Ci penserò. Intanto devo riorganizzare tutto quanto perché prima di andare devo restituire il badge, gli strumenti di lavoro e devo ripulire gli uffici della mia presenza, perchè anch’io, forse, tra qualche giorno diventerò una delle invisibili, “quella che c’era prima”, come Carlotta è stata prima di me, come una qualsiasi, che sarà costretta ad inseguirli per ricevere i soldi dovuti.

Nonostante il mio realismo sono amareggiata. Perchè evidentemente i miei anticorpi non sono sufficienti, perchè per quanto io sia in grado di percepire gli umori e le ipocrisie di chi mi circonda, avevo comunque sperato. Solo un po’, avevo sperato, perchè si spera sempre, alla fine.

Seguirò il consiglio di mia madre: non mostrare le proprie debolezze a chi ti vuole male. Fino al termine del mio ultimo giorno di lavoro sarò impassibile. Anzi sorridente, di quel sorriso che mi si paralizza in faccia nei miei momenti peggiori, perché io sono forte, io sono viva e loro, quelli là non devono vedermi piangere.

Suvvia Malafemmina, sei stata brava, hai fatto un gran lavoro, ti sei creata altri contatti, ci sarà pure un posto per te a questo mondo, deve esserci.

Lo sapevi che nella vita le storie a lieto fine non esistono!

Nessun dolore, nessun lavoro, nessun futuro, nessuna certezza. Solo una: domattina dormo!

Annunci

2 responses to “Nessun rinnovo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: