Bilancio di (quasi) fine stagione!

Domani la mia nuova amica riparte. Io continuo a contare i giorni che mi separano dalla fine di questo lavoro (il 20 settembre sarà il mio ultimo giorno).

Ho ricevuto ad ora solo una mensilità. Continuo a dormire in un alloggio/loculo. Continuo a soffrire di mal di testa per l’umidità del loculo. Mi devono anche i soldi che mi hanno promesso per i due extra da Pr con gli artisti esterni intervenuti nel villaggio.

Allo stato attuale c’è una collega che non ce l’ha fatta più e se ne è andata. Il suo lavoro è stato redistribuito. Io ne ho acquisito solo un piccola parte.

I villeggianti cominciano a diminuire e così anche i bambini da intrattenere al miniclub. Le nostre facce, tanto abbronzate, sono sempre meno espressive. Sembriamo un tutt’uno con i colori della spiaggia, giallognoli, dentro e fuori. Di quel colore da sole spento o da abbronzatura sfinita, non luminosa. Ecco si, stiamo perdendo luminosità, siamo stelle in caduta libera, dobbiamo smettere prima di schiantarci al suolo e perire al buio.

Ho tentato di tenere accesa la fiammella in mille modi, uno di questi è il blog. Ho avuto storie, incontri con uomini, donne, conflitti, tensioni. Ho incontrato belle persone e ho dei nuovi amici e delle nuove amiche dentro e fuori di qui.

Il bilancio economico fa pena ma quello umano sicuramente è positivo.

Quando esco fuori da qui devo pagare due mensilità d’affitto, le bollette, sperando che non ce ne sia qualcuna scaduta, riprendere contatti con il mio vecchio boss del part time al bar, farmi sentire dalla titolare dell’agenzia che mi deve ancora 1500 euro e che mi aveva promesso un altro breve incarico, tentare di trovare qualcosa d’altro che probabilmente ci sarà.

Un progetto, qualcosa presso una associazione, uno di quegli incarichi da operatrice di robe umanitarie. Mi piacerebbe lavorare sulle questioni dei migranti. Ho acquisito tante consapevolezze su queste cose e mi piacerebbe davvero fare qualcosa in quella direzione.

Ma ci sono anche i lavori che faccio di solito, la libreria enorme che nel periodo natalizio mi assume per 15 giorni sotto le feste per inscatolare e rassettare e vendere libri che ho già letto o che non leggerò mai.

Mio padre continua a non stare bene e mia madre continua a restare un po’ sospesa tra sogno e realtà e insiste che dovrei tornare a vivere con loro, al paesello, dove la mia unica speranza poi sarebbe quella di trovare un buon partito e fare sette figli. Bleach!!!

Inutile digressione. Non andrò mai via dalla città. Semmai mi trasferisco all’estero.

Per il momento diciamo che ho rimesso assieme questi pezzi della mia vita recente e ho usato un post per annotare tutto per ricordarmi chi sono, dove vado, che mi serve, cosa dovrò fare ancora.

In generale posso dire che sono ancora viva, sorrido e lotto assieme a voi. 🙂

Buona giornata!

Annunci

One response to “Bilancio di (quasi) fine stagione!

  • unsortable

    ciao… ho cominciato a leggerti da poco… i post del villaggio vacanze…. mi hai affascinata…. vorrei tanto avere un po’ della tua forza e della tua determinazione per poter sbrogliare un po’ questa mia vita all’apparenza lineare ma in realta’ confusa…. “ricordarmi chi sono, dove vado, che mi serve, cosa dovro’ fare ancora”…. e’ questo che ultimamente mi manca….
    continuero’ a leggerti… grazie e resisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: