Sostieni Malafemmina!

Il profilo facebook di Malafemmina è uno spazio comune in cui si discute di precarietà, di uomini, di donne, da un punto di vista di genere e non, di tante cose che ci accomunano.

A qualcuno evidentemente non piace che quello spazio esista e allora hanno iniziato a fare segnalazioni a raffica, com’è d’uso per certa componente sessista e reazionaria presente su facebook, e facebook ha già inviato più avvisi di intenzione di chiudere il profilo.

L’accusa sarebbe che non risponde ad una persona fisica reale. Ma quali sono i profili su facebook che rispondono a persone fisiche reali? E come mai chiudono profili e pagine di donne solo dopo segnalazioni di popolazioni di uomini sessisti?

In ogni caso è stata attivata una pagina facebook a più amministratori/trici e un evento da fare girare.

Non permettiamo, non permettete, please, che sia censurata la mia, la nostra voce, quella delle persone precarie che parlano di questioni così importanti. Aderite alla nuova pagina e fate girare tra le persone che conoscete. Aiutate la mia/nostra denuncia che riguarda tutti/e noi.

Grazie!

Annunci

10 responses to “Sostieni Malafemmina!

  • qwerty

    Ciao Mala, ti seguo da moltissimio mesi, ed ho letto tutti i tuoi post.
    Per quanto riguarda il tuo problema, gli avvisi da parte di Fb di chiusura della tua pagina in quanto non corrispondente ad una persona fisica reale, è una politica che sta portando avanti Fb da un po’ di tempo a questa parta (dal mio punto di vista assolutamente non condivisibile); ti riporto come esempio quello di un mio collega (uomo) che ha avuto il tuo stesso problema (non è stato mai segnalato da nessuno dei suoi amici o conoscenti) l’unico errore era che il suo nickname corrispondeva ad un nome fittizio di un personaggio dei cartoni animati, col risultato che Fb dopo qualche avviso gli ha chiuso l’account.
    Non so se anche nel tuo caso sia frutto di segnalazioni da parte di dementi, o solo la nuova politica in fatto di nickname da parte di Fb

    • Malafemmina

      Io so che fino a che non ho fatto un intervento al femblogcamp e non ho esplicitato la frequentazione della rete precaria antisessista l’account non ha infastidito nessuno. So anche che è stato segnalato e perciò a facebook è venuto in mente di mandarmi messaggi minatori. So poi che se altre persone segnalano altri account falsi o pagine facebook in cui si istiga alla violenza sulle donne, facebook piuttosto chiude il tuo profilo e la tua pagina e non quella di chi invece sparge sessismo e odio. questo è quello che succede e perciò è indispensabile che la mia/nostra voce non venga censurata.

    • ariaora

      @qwerty
      il tuo collega come ha verificato che non è stato segnalato?

  • micaela

    avrei davvero tante cose da raccontare e da scrivere, visto che me la cavo bene, su episodi di discriminazione basati su caratteristiche fisiche , stravolgimento di cose fatte per lavoro a fin di bene, accuse pesanti ma infondate per screditarmi e tentativi camuffati di perbenismo di “comprarmi”…e, ciliegina sulla torta, sentirmi dare velatamente ma non troppo dell’idiota perchè ho trovato sempre e soltanto contratti temporanei – senza alcun compromesso solo con lo studio assiduo – e alla mia età non ho ancora il posto fisso!

  • qwerty

    @ariaora Sì, nessuna segnalazione contro di lui.. a tal proposito vi invito a leggere il post di Paolo Attivissimo anche lui incappato in questo “cul de sac”.

    http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/facebook-dice-che-il-mio-nome-e-falso.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+Disinformatico+%28Il+Disinformatico%29&utm_content=Google+Reader

    • ariaora

      @qwerty
      non hai spiegato come ha fatto a sapere con certezza che non sono state fatte segnalazioni.

      Comunque se si tratta di una iniziativa autonoma di facebook che vuole sapere obbligatoriamente il nome anagrafico (come effettivamente scritto nel loro regolamento) mi chiedo come facciano a fare queste verifiche… hanno un collegamento con le anagrafi dei comuni?

  • Progetto Malafemmina « Malafemmina

    […] dopo il Feminist Blog Camp il profilo facebook di Malafemmina è stato segnalato e ne hanno minacciato la chiusura. Share this:FacebookTwitterLinkedInEmailStampaLike this:LikeBe the first to like this post. […]

  • Le donne di Nicolaj, cattive madri in scena | Januaria Piromallo & Marika Borrelli | Il Fatto Quotidiano

    […] l’osannato Mad Man, e – ovviamente – le cronache. Anche le donne in ambasce economiche, le precarie, le indignate, le disoccupate, le cassintegrate, le madri senza sostegni sociali, le single e […]

  • Le donne di Nicolaj, cattive madri in scena | zuog.com

    […] le donne in ambasce economiche, le precarie, le indignate, le disoccupate, le cassintegrate, le madri senza sostegni sociali, le single e […]

  • Le donne di Nicolaj, cattive madri in scena | InformaLibera

    […] l’osannato Mad Man, e – ovviamente – le cronache.Anche le donne in ambasce economiche, le precarie, le indignate, le disoccupate, le cassintegrate, le madri senza sostegni sociali, le single e […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: